Effetto fiscale

Gli intangible assets sono valutati after-tax.

Nella costruzione dei modelli di cash flows (che vedremo in dettaglio nei prossimi articoli), il beneficio fiscale derivante dalla deducibilità dell’ammortamento degli intangible assets va aggiunto al valore ottenuto dall’attualizzazione dei flussi di cassa. Il fair value degli intangibles, cioè, deve riflettere l’amortization benefit derivante dalla possibilità di deducibilità fornita dall’Autorità fiscale al contribuente. Secondo l’Internal Revenue Code Section 197, per esempio, è possibile dedurre gli ammortamenti di questa tipologia di asset in 15 anni.

Il beneficio fiscale va sommato sono nel caso di utilizzo del modello Discounted Cash Flow (DCF) o di altri metodi che rientrano nel cosiddetto income approach oppure nel caso di utilizzo dei metodi del costo. Qualora utilizzaste un metodo market approach, invece, l’impatto fiscale è già ricompreso nel prezzo di mercato e non va ulteriormente sommato, per evitare di sovrastimare il valore dell’asset.

Se non avete capito, non preoccupatevi. Tutto vi sarà più chiaro non appena vedrete un esempio pratico descritto nei prossimi articoli. 

Contributory charges

Nel concetto di intangible asset identificato è sottointeso il fatto che il fair value è uguale alla somma attualizzata di tutti i flussi di cassa attribuibili a quell’asset e che tali flussi sono sostenuti dal contributo di tanti altri asset, sia tangibili che intangibili.